In un bivacco l'essenza dell'abitare alpino

Il bando di concorso

Progettare una cellula abitativa minima, autonoma, reversibile (bivacco) destinata al ricovero temporaneo, da collocare lungo un sentiero in quota in area alpina. Questo il tema del concorso intitolato "Abitare minimo nelle Alpi", bandito dal "Distretto Culturale di Valle Camonica", un progetto promosso dalla locale Comunità Montana, dal Consorzio Comuni BIM, da Fondazione Cariplo, con la finalità di trasformare la gestione dell’importante patrimonio culturale del territorio in un programma di sviluppo sociale ed economico. Il bando è collocato all'interno della rassegna pluriennale "aperto" che assume come riferimento fondamentale l’ambiente, le comunità e la storia, che quest'anno si propone di identificare le forme e gli aspetti primari dell’abitare (la sua essenza) in area alpina, partendo dalla pietra intesa come terra comune, per ricostruire attraverso una peregrinazione transvalliva i legami diretti e comuni tra territori e genti che abitano la montagna. Il bando è aperto a tutti i "giovani" con meno di quarant'anni il 31 gennaio 2012: 3000 euro al primo classificato ed eventuale realizzazione dell'opera, consegna degli elaborati entro il 22 aprile 2012. Gli esiti del concorso verranno esposti in iniziative e rassegne di evidenza nazionale.

 

Link:

aperto_2012 

bando di concorso

Segnala questo articolo su:


Torna indietro